Natura morta con cacciagione

shadow

L’autore di quest’opera (come delle altre della donazione Doria) risente fortemente dell’influenza dei modelli nordici per l’uso descrittivo della luce, l’integrit√† delle forme, l’impianto pacato della struttura. Nel delicato inserto paesaggistico si notano ascendenze classiche di matrice romana.

Natura morta con due anatre selvatiche appese per le zampe a un archibugio. Adagiati in primo piano un cerbiatto, altre anatre e beccacce. A sinistra emerge dall’ombra la testa di un cane. A destra si apre un brano di paesaggio campestre con piccole case.